Cos’è la SEO e a cosa serve?

Molti mi chiedono: cos’è la SEO e soprattutto a cosa serve. In questa breve guida ti introdurrò alla SEO, ovvero la Search Engine Optimization, che è l’insieme delle attività che puoi intraprendere per migliorare le posizioni del tuo sito web sui motori di ricerca.

 

 

Cos'è la SEO e a cosa serve

 

Cos’è la SEO e a cosa serve: informazioni generali

 

Nell’ultimo decennio internet è diventato parte integrante delle strategie commerciali delle aziende. Chi ha deciso di investire e puntare sugli strumenti digitali ha potuto aumentare il proprio giro di affari sia in termini di fatturato che di estensione geografica. Grazie al web infatti si possono raggiungere potenziali clienti in ogni parte del mondo.
Rendersi visibili ed emergere nel mare infinito del web non può ovviamente essere frutto del caso, ma un risultato che si può ottenere pianificando attentamente una strategia e utilizzando correttamente e in maniera integrata vari strumenti.

 

Il punto di partenza è ovviamente un sito web ben strutturato (in questa guida ti spiego perché è utile avere un sito web), con contenuti interessanti e utili per i visitatori, ma ciò non è sufficiente. Sono centinaia di milioni i siti online, pertanto bisogna cercare di aumentare la visibilità e di conseguenza il traffico verso il nostro sito. Ed è qui che entra in gioco la SEO con le sue funzionalità specifiche. Vediamo di cosa si tratta e perché è fondamentale per un sito web.

 

Cos’è la SEO

 

Con l’acronimo SEO si intende Search Engine Optimization, tradotto: ottimizzazione per i motori di ricerca e consiste in una serie di tecniche e strategie per permettere un miglior posizionamento del proprio sito web nelle ricerche organiche, cioè quelle gratuite sui principali motori di ricerca, in particolare su Google.

 

Proviamo a fare un esempio pratico: hai un sito web di notizie riguardanti il tennis e pubblichi un articolo su Federer; un utente cercherà il tennista su Google ma non troverà nelle prime pagine il tuo articolo, ma altre pagine di altri siti web. Questo significa che il tuo sito web non gode di un buon posizionamento (ranking), così come l’articolo, e pertanto difficilmente riuscirà ad aumentare di visibilità e produrre visitatori.
L’utilizzo delle tecniche SEO ti permetterà di ottenere un miglior posizionamento (se eseguite correttamente) e quasi sicuramente un aumento di utenti che leggeranno l’articolo in questione.

 

SEO on-page e SEO off-page

 

Quando parliamo di SEO, è di grande importanza fare una distinzione tra queste due “gruppi” di tecniche, volte tutte a migliorare il sito web ed il posizionamento delle pagine e degli articoli al suo interno.
Con l’espressione SEO on-page, o anche on-site, si intendono tutte quelle attività svolte direttamente sul sito web, sulla sua infrastruttura, sulle pagine, sugli articoli e soprattutto sui contenuti.

 

Alcuni dei fattori principali da prendere in considerazione sono:

  • un utilizzo coerente della keyword, la parola chiave, o keyphrase, la frase chiave, che dovranno essere posizionate all’inizio del titolo, nei sottotitoli, nella metadescrizione, nel testo e nella descrizione dell’immagine selezionata
  • utilizzo corretto dell’html, con i vari tag, collegamenti ipertestuali, formattazione
  • immagini dalle giuste dimensioni che non rallentino il caricamento delle pagine
  • giusta lunghezza del titolo, in modo che durante una ricerca su Google appaia per intero e non incompleto
  • giusto posizionamento degli ads, ovvero i banner pubblicitari, che non dovranno essere troppo invasivi o mal posizionati

 

Con l’espressione SEO off-page, o off-site, invece, si intendono tutte quelle tecniche che non riguardano direttamente il sito web, ma il fatto di generare link che puntano poi sul proprio sito, i cosiddetti backlink. Trovare su molti siti, anche autorevoli, collegamenti ipertestuali rivolti alla propria pagina web o ad un proprio articolo pubblicato genererà una maggiore visibilità e traffico. Ciò è inoltre fondamentale anche per la PageRank, l’algoritmo specifico di Google che dà e stabilisce il valore ai link.

 

Conclusioni finali sulla SEO

 

Abbiamo visto cos’è la SEO, perché è così importante e le principali strategie per attuarla correttamente. Possiamo quindi brevemente riassumere tutti i vantaggi che apporta al tuo sito web ed in generale alla tua attività:

  • ti permette di aumentare il tuo bacino d’utenza, con potenziali nuovi clienti
  • aiuta a risparmiare tempo e soldi, visto che una buona SEO migliorerà in maniera definitiva i risultati di ricerca verso il tuo sito
  • la SEO è uno strumento di visibilità oltre che di miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca principali
  • la SEO ti aiuterà a superare i tuoi diretti concorrenti e ad aumentare la tua reputazione
  • una buona ottimizzazione del proprio sito web permetterà di aumentare notevolmente i guadagni, grazie ad un aumento di vendite online di prodotti o servizi

 

Per concludere possiamo dire che l’ottimizzazione SEO non è affatto semplice da svolgere, richiede grande impegno, tecnica, conoscenze, professionalità e costante aggiornamento, motivo per cui è fortemente consigliato farla svolgere da uno specialista del settore, per migliori risultati. Una SEO non svolta correttamente può addirittura peggiorare il proprio sito web, diminuire ancor più la visibilità ed il traffico ed incorrere in penalizzazioni da parte di Google.

 

A questo link una guida sui principali fattori di ranking, ovvero gli aspetti che concorrono a migliorare il posizionamento su google

https://it.semrush.com/blog/fattori-seo-ranking-piu-importanti-per-il-posizionamento-su-google/

Se vuoi approfondire l’argomento cos’è la SEO e a cosa serve ti consiglio questo manuale di riferimento per conoscere al meglio l’argomento: The Art of Seo

Clicca sull’immagine per acquistarlo su Amazon

Manuale cos'è la SEO e a cosa serve Amazon

 

Grazie per aver letto questa breve guida

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.